L’ultima trovata: i rom sostengono Pisapia

Ecco la novità. A quanto pare l’ennesima trovata ad effetto escogitata da quelle menti diaboliche di Lega e Pdl sarebbe quella di screditare il candidato sindaco di centrosinistra, facendo conoscere ai cittadini benpensanti chi sono i sostenitori di Pisapia e come corrispondano, magicamente, a giovani facinorosi amanti di droghe e centri sociali come li vuole vedere il governo, e rom esaltati dall’eventualità di vedere Pisapia sindaco, che sarebbe pronto a trasformare Milano in una zingaropoli. A quanto pare, in questi giorni si sarebbero visti ragazzi chiassosi, mal vestiti e arroganti entrare nei vagoni della metropolitana muniti di stereo sparati a tutto volume, con il solo scopo di infastidire i passeggeri e manifestando apertamente il loro sostegno al sindaco di sinistra.

 

Ma non finisce qui. In alcune parti della città si sono visti bambini rom o presunti tali andare in giro per i mercati a distribuire volantini per Pisapia. E per concludere degnamente il quadro, non potevano mancare geometri e architetti avvistati per Milano mentre erano intenti a prendere le misure in vista della costruzione di una nuova moschea.

 

Dall’inizio della competizione elettorale, il sindaco uscente e i suoi sostenitori hanno portato avanti una campagna basata non tanto sui contenuti del programma, ma su attacchi mirati alla persona di Pisapia. Così abbiamo assistito alla gaffe sul furto d’auto, a quella sulla bandiera di “Hamas” che sventolava in piazza, per vedere infine cartelloni che inneggiano ad una futura zingaropoli che Pisapia non vede l’ora di mettere in atto. Il candidato sindaco di sinistra ha più volte risposto alle accuse rivoltegli dagli avversari, facendo notare anche come molti provvedimenti, come ad esempio quello di stabilire la collocazione di luoghi di culto musulmano nella città, fossero stati già presentati dalla giunta di centrodestra.

 

Sinceramente, nonostante l’ampio vantaggio ottenuto al primo turno delle comunali a Milano, ero ancora preoccupato di cosa sarebbe potuto accadere nei quindici giorni che avrebbero portato al ballottaggio, conoscendo l’astuzia politica del capo di governo. Ancora manca una settimana, ma le strategie del governo per aumentare il numero dei consensi appaiono abbastanza chiare (puntare sulla paura dell’immigrazione e sul portafoglio dei milanesi, vedi sospensione delle multe). Ma alla fine, tutto sommato, mi sono convinto che mezzucci di questo tipo non potranno mai essere in grado di far guadagnare quei sei punti percentuali (o più) che servono alla Moratti. Addirittura sarei portato a pensare che questa campagna portata avanti negli ultimi giorni non faccia che aumentare la sfiducia in questo tipo di classe politica, rendendone evidente la pochezza dei contenuti e il basso livello di competizione politica che la contraddistingue.

 

Commenta con il tuo account Facebook

Francesco Cutello

Cari lettori, mi presento. Mi chiamo Francesco Cutello e scrivo per questo favoloso blog da...non mi ricordo, penso ottobre o novembre. Studio in Statale, non vi dico cosa, tanto è inutile e ho un accesa passione per la scrittura e il giornalismo. Spero che si capisca leggendo i miei articoli. Auguro a tutti una buona lettura.

25 commenti

  1. AHAHAAHAHAHAH SONO COME IL LORO CAPO NON SANNO PERDERE E METTONO MENZOGNE

  2. e si………. lo sostengono, quando si ubriaca, per portarlo a casa. vero BERLUSKAISER.

Lascia un Commento