Siamo tutti compagni

Oggi il ricordo ed il pensiero non possono che andare alle donne e agli uomini morti per la loro, per la nostra libertà. Non so dove mio nonno e tanti altri come lui abbiano trovato il coraggio, adolescenti, di rischiare la propria vita per la Democrazia. Ragazze e ragazzi che hanno fatto la Storia con le loro braccia, con le loro gambe, con le le loro scarpe rotte. E’ giusto celebrarli, canatre le canzoni che fischiettavano nelle montagne, ma non basta. Non hanno lottato perchè un uomo avesse la libertà di comprare tutto: parlamentari, coscienze, silenzi, false testimonianze, ragazzine. Alcuni di loro non sono morti per ridurre il parlamento nel collegio difensivo di un plurindagato. Dobbiamo continuare a resistere, per la loro memoria e per il nostro futuro: nelle piazze, nelle scuole, nei social network. Dobbiamo resistere alle mafie, al razzismo, all’omofobia; dobbiamo coltivare ed ampliare il sogno unitario in senso europeo e globale, spezzando le catene dell’individualismo:siamo tutti compagni su questo Pianeta. Buon 25 aprile a tutte e a tutti.

Commenta con il tuo account Facebook

About DanielWalker

Ho 19 anni, sono uno studente, appasionato di politica, giornalismo, filosofia, telefilm. Mi definisco con orgoglio di Sinistra, sogno un paese moderno, solidale, attento ai diritti di tutti. Collaboro anche con "The Post Internazionale". Spero, nel mio piccolo, di dare in Qds voce a chi ne ha poca, parole a chi ha paura, speranza ai disillusi.

Check Also

La seconda morte di Giulio #Regeni

“Comprendo bene la richiesta di giustizia della famiglia di Giulio Regeni. Ma per noi, l’Italia, …

42 comments

  1. Marco Mannazzu via Facebook

    Francesca ognuno ha la sua idea e anche tu avrai un idea che magari non è coerente a quella di Enrico Berlinguer, devi adeguare l’intelletto alla cosa non la cosa all’intelletto quindi non è che se tu sei di destra devi far passare per delinquente un comunista o uno di sinistra, ma devi osservare la cosa per quello che è: Enrico Berlinguer era un grande uomo politico che faceva politica per la classe oppressa, quindi non devi banalizzare un grande uomo a una frase da corteo anticomunista perchè per chi legge sembri un’idiota. Poi se lo sei puoi anche scrivere: “Comunista terrorista!”

  2. Marco Mannazzu via Facebook

    Francesca ognuno ha la sua idea e anche tu avrai un idea che magari non è coerente a quella di Enrico Berlinguer, devi adeguare l’intelletto alla cosa non la cosa all’intelletto quindi non è che se tu sei di destra devi far passare per delinquente un comunista o uno di sinistra, ma devi osservare la cosa per quello che è: Enrico Berlinguer era un grande uomo politico che faceva politica per la classe oppressa, quindi non devi banalizzare un grande uomo a una frase da corteo anticomunista perchè per chi legge sembri un’idiota. Poi se lo sei puoi anche scrivere: “Comunista terrorista!”

  3. Resisteremo anche x chi ha resitito per noi! Grazie a tutti loro !

  4. Resisteremo anche x chi ha resitito per noi! Grazie a tutti loro !

  5. salutami silvio francesca,continua pure a votarlo che l italia sicuramente con lui crescerà w berlinguer,buon 25 aprile a tutti!!

  6. salutami silvio francesca,continua pure a votarlo che l italia sicuramente con lui crescerà w berlinguer,buon 25 aprile a tutti!!

  7. (M.C.) il fiore del partigiano è davvero bello, non fiorisce solo in montagna, ma in tutta italia e la riempie di colori, quelli della nostra libertà..per noi libertà è questo.

  8. Ma lasciatela latrare, la signora Francesca. Spero che tutti voi abbiate passato un bel 25 Aprile……….e che il prossimo sia anche meglio!!!!!

  9. https://www.youtube.com/watch?v=vHFkQu8VBBM&feature=player_embedded#at=43 di Enrico ci mancano, non tanto le parole, ma la sicurezza che dietro le parole c’era un uomo grande, la sicurezza di poter amare un uomo così.

Lascia un commento