50 anni fa Juri Gagarin è il primo uomo mandato nello spazio dall'Unione Sovietica, nella sorpresa generale del mondo occidentale.

La giornata dei cosmonauti

Il 12 aprile è, in Russia, la Giornata dei Cosmonauti: 50 anni fa l’Italia, che festeggiava il centenario dell’unità, vedeva, come il resto del mondo, cadere il mito dell’inaffidabilità tecnica sovietica, ottima solo a crear trattori, stando a quanto la propaganda anti-sovietica ci aveva insegnato, e contemporaneamente assisteva all’incrinarsi del mito della superiorità della tecnica e della scienza americana destinata ad un ruolo di marginalità fino alla metà degli anni ’60.
La doccia fredda, totalmente inattesa, gettata dal sistema propagandistico sovietico su quello occidentale aveva un nome: Jury Gagarin, ventisettenne, di ceto popolare, il primo uomo mandato in orbita dall’ex-URSS esattamente 50 anni fa.

(mi perdonerete per la musichetta fastidiosa, ma -escludendo l’audio- mi pareva comunque un video ben fatto.)

Commenta con il tuo account Facebook

Qualcosa di Sinistra

18 commenti

  1. Kudrjavka, in arte Laika, è da ricordare ancor di più, essendo stata il primo essere vivente a lasciare l’orbita terrestre!!!

  2. Quando l’unione Sovietica era ancora PRIVA di infiltrati USA col cognome che cominciava per G.

  3. Ferrari Massimo via Facebook

    Un impresa straordinaria fatta con fondi limitati e non con i miliardi di dollari a disposizione della NASA.

  4. Yuri Gagarin il primo uomo nello spazio grande . e qundo è stato la sù ha detto che il mondo di lassù è molto bello perchè non ci sono ne frontiere e ne confini…..e chi vuole capire …?????????

Lascia un Commento