Mentre in Giappone si rischia il disastro nucleare, il Governo va avanti sul nucleare. E vuole togliere dal ddl la trasparenza sui siti dove collocare le centrali.

Mentre in Giappone si rischia il disastro, il Governo italiano toglie la trasparenza sul nucleare

 A riportare la notizia è il sito internet Linkiesta.it. E allora, da italiano, da cittadino europeo e da abitante di questo pianeta, non fai a meno di chiederti se questi sono dei criminali con un piede nella fossa che tentano di succhiare fino all’ultima goccia quello che possono finché campano, oppure se semplicemente sono degli ignoranti incompetenti che, a maggior ragione, bisogna mandare a casa, senza se e senza ma. Perchè se la Germania chiude subito 2 delle sue centrali nucleari e già per il 2050 aveva intenzione di dismetterle completamente tutte quante, noi Italiani, anzichè investire nelle energie alternative, ridiamo ossigeno alla fallimentare industria nucleare francese.

Dunque, da quanto riporta Linkiesta.it, il governo vorrebbe cancellare l’obbligo di indicare dove intende realizzare i siti delle centrali nucleari.

“Nella versione iniziale – scrive Linkiesta – si prevedeva che la definizione dei criteri e lo schema definitivo fossero pubblicati sui siti internet di tre ministeri, dell’Agenzia per il nucleare e su almeno cinque quotidiani a diffusione nazionale. Questa pubblicità massima serviva perché gli enti locali interessati potessero formulare le proprie obiezioni. Anche le consultazioni con gli enti locali interessati, e le motivazioni del loro eventuale rifiuto, dovevano essere pubblicate sugli stessi siti internet e gli stessi quotidiani. Nella versione in discussione da domani, quella che è stata richiesta dalla Corte Costituzionale per tutelare una maggiore trasparenza, tutto questo è sparito. Si legge che i commi 2 e 3 che sancivano questi obblighi sono stati semplicemente abrogati”.

Posso dire? Vergognatevi. E voi, italiani, svegliatevi una buona volta e al Referendum votate contro il nucleare.  

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

27 commenti

  1. si potrebbe costruirne una ad Arcore in Villa San Martino !!!

  2. trovo che l’idea di piazzare una centrale ad arcore dovrebbe essere proposta .

  3. Mi sembra giusto Berlusconi se ti piace fattela ad Arcore

  4. Ho già votato una volta per cancellare le centrali dal nostro paese. solo la morte può impedirmi di rivotare NOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!

Lascia un Commento