Qualcosa di Sinistra, il blog legato ad EB.IT, viene oscurato su Wikio, il motore di ricerca delle news della rete. Il perché ci sfugge. In ogni caso, passate parola!

Se Wikio censura Berlinguer

Wikio, per chi non lo sapesse, è un servizio di condivisione delle notizie, che all’inizio di ogni mese (in base ad un loro algoritmo che esula da traffico e visitatori, a quanto pare) redige anche una classifica dei 100 blog più letti di ogni categoria (politica, economia, etc.).

Qualcosa di Sinistra, sin dalla sua nascita, è stato correttamente indicizzato su Wikio, senza essere sottoposto a censure e senza particolari problemi. In poco meno di 3 settimane, a dicembre, ci siamo piazzati tra i 5000 blog più letti d’Italia; a gennaio siamo arrivati alla posizione 2077, per poi arrivare agli inizi di febbraio nella top500, occupando la 414° posizione. Nella classifica di politica in 3 mesi siamo diventati il 42° blog più letto.

Fin qui tutto bene. Il nostro rating cresceva a livelli stratosferici, così come le nostre visite (con picchi di 4500 lettori ogni giorno, stando a wordpress.com e a google analytics). Continuiamo a macinare record del genere, pur essendo semisconosciuti ed essendo relativamente giovani.

Sarà un caso, ma proprio il primo articolo censurato su wikio è stato il mio “Per Enrico, Per Esempio”, in occasione dei 2 anni dalla nascita di EB.IT – Il Primo Sito Web su Enrico Berlinguer, il 16 febbraio. All’inizio ho pensato ad una piccolo errore in wikio e non me ne sono curato più di tanto, anche se l’articolo immediatamente successivo al mio era stato correttamente indicizzato.

Intanto, il nostro rating il 1° marzo, a 4 giorni dall’aggiornamento della classifica, arrivava a quota 19.177, un valore che ci avrebbe fatto entrare nella top30 dei blog più letti di politica e chissà quante posizioni ci avrebbe fatto prendere in quella generale (in fondo, sfido qualunque giovane blog ad avere una media di 2600 lettori al giorno a 4 mesi dalla nascita).

Ebbene, il 2 marzo il nostro rating viene “tagliato” a 5.0 (ovvero ai livelli che avevamo quando 2600 lettori li facevano in 2 settimane); anche in quel caso ho pensato ad un errore, tant’è che il 3 marzo siamo risaliti a quota 8.5, anche se un po’ mi scocciava, essendoci di lì a 3 giorni l’aggiornamento della classifica.

Arriva il 4 marzo, pubblico due articoli, uno in cui riporto il famoso scritto corsaro di Pasolini “Il Potere senza volto”, l’altro è sul vergognoso stipendio di Giuliano Ferrara e… puff, non vengono indicizzati su Wikio. Ohibò, tre articoli non indicizzati. C’è qualcosa che non va. Scrivo a info@wikio.it, chiedendo se sia un nostro problema o un loro. Nessuna risposta.

Arriva il 5 marzo. Altri articoli, altre “censure” su Wikio. Riscrivo sempre al solito indirizzo, senza successo. E continuo per tutta la settimana, scrivendo anche al responsabile italia di Wikio. Nulla.

Risultato: Qualcosa di Sinistra de facto è oscurato su Wikio, senza soluzione di ritorno. Ho provato così a re-inserire il blog come fonte e… magia, anziché darmi errore, dicendomi che la fonte era già presente su Wikio, mi arriva il messaggio automatico: “Grazie per la tua segnalazione! Valuteremo se il tuo blog ha i requisiti necessari etc. etc.”, e noto una piccola dicitura: “Wikio è aperto a tutti i blog, ma questi possono essere non accettati a discrezione assoluta di Wikio.

Morale, anche con la nuova iscrizione (che dimostra come ci abbiano cancellato proprio da Wikio, senza dirci nulla), Qualcosa di Sinistra continua a non essere indicizzato su Wikio. Cosa che alla fine ci può anche fare piacere, visto che, assodato che la classifica è palesemente truccata perché ci sono manine sante che la correggono, espellendo i blog scomodi, significa che facciamo paura.

A chi non lo sappiamo… in ogni caso, passate parola. E scrivete anche voi a info@wikio.it, non tanto per chiedere la nostra reintegrazione (a sto punto poco ci importa, rimaniamo comunque tra i 30 blog più letti di politica in Italia lo stesso), quanto per ESPRIMERE IL VOSTRO SDEGNO.

E chissà che forse, dalle parti di Wikio, le varie mani di forbice si diano una regolata la prossima volta.

Noi non ci arrenderemo mai. Loro nemmeno (ma gli conviene?)

Passate parola.

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

27 commenti

  1. a proposito di sovraccarico …non sarà mica Ferrara?

  2. Ferrari Massimo via Facebook

    Forza Enrico oggi e sempre!

  3. @Giovanni: lo abbiamo pensato anche noi, inizialmente. Ma dopo 11 email al servizio tecnico e ben 3 al responsabile italia di Wikio, senza avere alcuna risposta, se permetti i dubbi ci vengono… EB.IT STAFF

  4. FASCISTI CAROGNE TORNATE NELLE FOGNE!!!
    forza, non perdiamoci d’animo e raddoppiamo le forze, non potranno mai togliere i granelli di terra alla terra e finché ci sarà popolo ci sarà lotta!

  5. La loro censura è più violenta del manganello ma la Resistenza non si ferma

  6. Non perdere mai la speranza anche se è triste pensare che non si riesca a battere un governo allo sbando!

Lascia un Commento