La casa del futuro: Energie-Plus Haus. Berlino Ovest.

La casa energeticamente indipendente

 

Dalla repubblica federale tedesca arriva la casa energicamente indipendente, capace da sola di produrre più del fabbisogno energetico medio di una famiglia di 4 persone. Il progetto, finanziato con 3 milioni di euro, voluto fortemente dal Ministro dei Trasporti Peter Ramsauer, si chiama Energie-Plus Haus, la casa che produce più energia di quella che consuma.

L’ appartamento di 130 metri quadrati calpestabili, si trova al numero 87 di Fasanenstrasse, nella Berlino Ovest.

E’ un insieme delle migliori tecnologie presenti già ora sul mercato. Inoltre tutti i materiali utilizzati per la costruzione della casa sono completamente riciclabili.

La casa sarà alimentata da pannelli fotovoltaici installati non solo sul tetto ma su tutte le pareti esterne della casa. Inoltre, nel caso il sole dovesse fare il timido, una pompa geotermica tradurrà il calore della terra in energia elettrica e riscaldamento. Naturalmente, e da questo punto di vista i pannelli fotovoltaici danno una grande mano, la casa è isolata termicamente. La casa ha poi in dotazione i più efficienti elettrodomestici.

A conti fatti l’energia prodotta complessivamente dalla casa è circa il doppio di quella che consuma. Questo consentirà quindi di poter tranquillamente ricaricare le batterie dell’auto elettrica. Il resto dell’energia potrà essere immesso nella rete ammortizzando un po’ i costi elevati delle tecnologie installate.

Attualmente la casa è in via di completamento da parte dello studio ingegneristico Werner Sobek, che ha vinto il concorso federale, e come tutti i progetti anche questo avrà bisogno di un test. La “test-familie”, la famiglia volontaria che proverà a vivere alcuni mesi nella casa, avrà a disposizione tutto questo, compresa l’auto elettrica, con la possibilità di usufruire anche di eventuali biciclette o scooter elettrici.

La casa del futuro: Energie-Plus Haus. Berlino Ovest.

Ti è piaciuto l’articolo? Allora votalo su wikio: clicca sul tasto blu qui sotto, ti si aprirà una nuova finestra nella quale potrai dare il tuo voto e condividere l’articolo: e tutto questo è gratis!

Commenta con il tuo account Facebook

Amedeo Russo

Nasce a Torre del Greco (NA) il 5/01/1986, vive a Peschiera Borromeo, frequenta la facoltà di Ingegneria Meccanica presso il Politecnico di Milano. Si è diplomato presso il Liceo Scientifico Statale di San Donato Milanese. E' iscritto dal 2009 al Partito Democratico presso la sezione intitolata a Enrico Berlinguer e Aldo Moro di Peschiera Borromeo. Il 16 luglio 2010 viene nominato Segretario dell’Associazione Nazionale Enrico Berlinguer , carica che manterrò fino al 16 aprile 2011, quando viene trasferito in tesoreria. Dal 12 novembre 2010 cura la rubrica "Pausa Caffé" su Qualcosa Di Sinistra, dove parla di Apple, politica e di società civile in generale.

19 commenti

  1. Sì ma con questo governo…..i Toscana si dice bona ugo……!

  2. ehhh so’ forti ‘sti tedeschi!!! e noi….tra un po’ ci riscaldiamo ancora con il carbone, eheh!!!

  3. Isabella Deiana via Facebook

    Qui siamo all’età della pietra!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  4. mi pare,se non sbaglio che una casa del genere,energicamente indipendente e già stata fatta in FRIULI.Il friuli è in Italia,magari estremo nord est ma Italia.esattamente a Buja.

  5. Bè ,non è una novità ,che qui da noi ,si arriva sempre …dopo la puzza…

  6. E quindi la soluzione quale sarebbe? Il nucleare? ahahahah Sai quanta CO2 si consuma per costruire una centrale nucleare?

  7. negli anni 80 in un viaggio in Germania mi son chiesta come mai tanti pannelli solari quando in italia, parlare di ‘ste cose sembrava fosse più difficile che arrivare sulla luna…. le cose non son cambiate andiamo avanti restando sempre indietro!!!

Lascia un Commento